FANTIC Rent CASE HISTORY

La storia di questo marchio nasce da lontano, dagli anni ’70. Dopo aver vinto vari mondiali di Motocross negli anni ’70 il marchio venne dimenticato e gli stabilimenti dismessi per traversie che colpirono molti dei nostri grandi marchi penso a Laverda, Cagiva, Minarelli, Gori, Simonini, Benelli e così via; tutti fagocitati dall’avvento delle potenti meno costose giapponesi. Qualche anno fà l’attuale presidente di Fantic acquistò lo storico marchio con alcuni soci per riportarlo in vita nel settore della Moto creando così la nuova Fantic Motors.   Portò lo stabilimento da Milano alla sua Treviso cominciando la produzione di un rivisto Caballero 50, 125 e 250. Oggi con la partnership con la giapponese Yamaha possiamo affermare che il mito è tornato:  Design italiano e affidabilità giapponese per i motori.

Nel 2016 il presidente Tiziano Busin, dopo aver fondato la Fantic Bike, dedicata alle Biciclette elettriche di alta gamma, decide di creare un ennesimo segmento del marchio fondando la Fanti Rent, il ramo d’azienda che si sarebbe dovuto occupare di Renting di Ebike .

Chiaramente essendo una Startup affidò a un project manager, la nostra Maria Chiara Dalla Pozza, lo studio di fattibilità del progetto.
Quindi partimmo con l’analisi del Prodotto e con un’acuta analisi di mercato, dei competitor, delle minacce e delle opportunità di un investimento come questo.

Presentammo tutto lo studio fatto di slide, documenti e diagrammi di prezzi al consiglio di amministrazione che, tratte debite e e solide conclusioni, ci affidò la campagna pubblicitaria. Partimmo con un progetto mirato e targettizzato di email marketing. Coadiuvammo il tutto con:

  1. Studio del marchio e del company profile
  2. Catalogo ebikes
  3. Studio dei listini prezzi e strategia di sconto.
  4. Strategia di comunicazione che includeva “funnel Marketing” su Google, Facebook e Getresponse.
  5. Telemarketing e direct mail effettuato direttamente dagli impiegati dell’azienda e dal reparto
  6. Sito internet responsivo con sistema di contratto automatizzato.
  7. Importo investito 50.000 euro

I risultati dopo soli quattro mesi furono questi:

  • 580 contratti in Italia e all’estero ( media di 1500/2000 euro a contratto).
  • 800.000 euro di Fatturato in soli quattro mesi (più di un milione di euro alla fine dell’anno).
  • Più del 80% dei contratti fatti via mail o telemarketing
  • Alta awarness dell’azienda e standing azienda invidiabile.
  • Primi a proporre il “Rent to Rent” fummo leader unici per ben due anni.

 

  • La società all’inizio era composta da 2 impiegati, 1 meccanico e un commerciale.
  • Dopo l’exploit si decise di rinforzare in fretta l’organico per non trovarsi con feedback negativi nel posvendita.

Chiaramente, visto il successo,  fummo subito clonati da altri marchi importanti tra i quali ricordo la grande KTM per prima…

Oggi tutti i produttori di Ebike si rivolgono al mercato con un prodotto analogo a quello creato da Fantic e messo a punto dal nostro studio.

L’APP per Noleggiatori e Utilizzatori

Degna di nota l’App IOS ed Android disegnata e realizzata dal nostro esperto Ing Cristian Segattini che per la prima volta ha abbinato un codice nativo con disegno di nuovi percorsi fatti dai clienti, condivisione in rete dei percorsi ciclabili con itinerario gestito da Navigatore stellitare GPS attivo anche quando non Vi fosse campo sul cellulare.

I noleggiatori l’hanno usata per creare percorsi a tempo nei pressi del noleggio da consigliare ai loro clienti e per di più il cliente era in grado da casa di noleggiare in qualsiasi parte d’Italia la sua Ebike pagando con Carta di Credito e trovandola pronta al suo arrivo. Un apposito Booking engine gestiva il tutto.

 

 

GianLuca Zanardi Adv